Risorse
Home > Risorse > Romanzi: Altri romanzi
Altri romanzi
Romanzi di argomento kubrickiano

I seguenti romanzi, pur non essendo stati portati al cinema da Stanley Kubrick, hanno punti di contatto con la vita e le opere del regista. I libri sono presentati in ordine cronologico inverso.
 

copertina copertina

Dispacci

Autore: Michael Herr
Casa editrice: Alet, 2005; BUR, 2008
Dettagli: 246 p.

Note: Scritto nel 1968, Dispacci racconta l'esperienza bruciante e psichedelica di un corrispondente di guerra che vede attorno a sè il delirio e il terrore della guerra in Vietnam. Michael Herr aveva già collaborato con Coppola scrivendo la voce narrante di Apocalypse Now. Kubrick ha utilizzato alcune scene e passaggi di questo libro nella sceneggiatura di Full Metal Jacket. Tradotto da Margherita Bignardi, l'edizione Alet presenta un ritratto inedito di Michael Herr scritto da Frederick Exley mentre quella BUR è introdotta da Roberto Saviano.

copertina Blue Movie

Autore: Terry Southern
Casa editrice: Marcos Y Marcos, Milano, 2002
Dettagli: 290 p.

Note: Ferocissima satira in chiave porno del mondo del cinema scritta dal co-sceneggiatore del Dr. Stranamore. Un libro nato alla fine degli anno '60 durante le conversazioni con Kubrick sull'idea di fare un film porno all'interno del sistema degli studios hollywoodiani. Il romanzo concretizza questa folle impresa, per un tour de force erotico pieno di risvolti comici e dissacranti, una feroce farsa sulla vacuità dello studio system e sul cinismo di un regista genio. In copertina, un acquerello di Veit Shutz reinterpreta una celebre foto dal set del Dr. Stranamore. Southern, in un'intervista, ha così raccontato la genesi del libro: "E' stato lui a darmi l'idea. Una sera, stavamo lavorando a Stranamore, qualcuno ha portato a casa sua un film porno. Lo facemmo partire. Ben presto, Stanley si alzò e lasciò la stanza. Noi continuammo a guardare ancora un po', poi lo bloccammo. Più tardi Kubrick disse 'Sarebbe bello se si potesse girarne uno con tutti i mezzi normalmente a disposizione.' Quando tornai negli USA, cominciai a scrivere un romanzo su questo spunto, e di tanto in tanto gliene mandavo dei brani. Conservo ancora un suo telegramma che dice 'La tua descrizione del pompino nella scena con l'attrice stile Jeanne Moreau, Arabella, è la più bella di sempre'." ["the ultimate blowjob" in originale] Finalmente in Italia dopo 32 anni, tradotto da Marzia Luppi Cortaldo. Maggiori informazioni e la recensione del libro sul sito della Marcos Y Marcos.

copertina Bugie di Guerra

Autore: Louis Begley
Casa editrice: Bompiani, Milano, 1995
Dettagli: 192 p.

Note: Il romanzo che Stanley Kubrick aveva scelto per raccontare la tragedia dell'Olocausto. Begley racconta in prima persona le disavventure del piccolo Maciek, ebreo polacco, in fuga dall'orrore dei campi di concentramento nazisti grazie all'intraprendenza della giovane zia Tania. L'autore mantiene il punto di vista del ragazzo lasciando il male sullo sfondo. Il libro è fuori catalogo e reperibile solo usato. Kubrick ha adattato il romanzo in una sceneggiatura, ora di proprietà della Warner Bros. Il progetto del film, in avanzato stadio di pre-produzione (Kubrick aveva già individuato le location, creato costumi e scelto la protagonista femminile) si è arenato probabilmente per la contemporanea uscita di Schindler's List di Steven Spielberg.

copertina Il Profumo

Autore: Patrick Suskind
Casa editrice: Tea, Milano, 1992
Dettagli: 268 p.

Note: Un altro percorso di ascesa e caduta ambientato nel '700, secolo prediletto da Kubrick, concentrato sul lato sozzo e sordido di quel periodo, rimasto nascosto dalla patina di elegante formalit√† in Barry Lyndon. Caso letterario della metà degli anni '80, "un raffinato congegno generatore di sorprese, d'incantesimi, di crudeltà, di orrori e di sogni, perfettamente autonomo, sontuosamente letterario" (Corriere della Sera). Prima edizione italiana del 1985, per Longanesi. Anche se su varie fonti è riportato che Kubrick avrebbe acquistato nel 1989 i diritti per la riduzione cinematografica, è più probabile che l'aneddoto derivi da una dichiarazione di Suskind, che si dichiarava contrario ad ogni adattamento a meno che non fosse realizzato da Kubrick. Jan Harlan ha infatti smentito che Kubrick si sia interessato concretamente al romanzo. Realizzato infine nel 2006 dal regista tedesco Tom Tykwer con una sceneggiatura di Andrew Birkin, vecchia conoscenza kubrickiana.

Argomenti correlati
. Intervista a Stanley Kubrick di Terry Southern: il co-sceneggiatore del Dr. Stranamore intervista Kubrick dopo l'uscita di Lolita.
 
Caleidoscopio
Home > Risorse > Romanzi: Altri romanzi